Dov’è il progetto

 

 

leopoldaTra un mese si terrà la Leopolda e Renzi assicura che si parlerà di futuro, ma in realtà la nebbia che avvolge il PD appare sempre più fitta e non esistono certezze neanche sulla data delle primarie e sulle candidature alla segreteria del partito.
Oggi Minniti ha lanciato un grido di dolere, sostenendo che senza un leader vero, forte ed incontestato, capace di sintonizzarsi col sentimento della gente, non è possibile competere con Salvini, che di tutte queste caratteristiche è provvisto, ma, se la montagna piddina ha partorito sino ad oggi il solo topolino Zingaretti, qualche domanda è necessario porsela.
Quel giovanotto arrembante ed un po’ indisponente che ha vinto largamente due congressi e scalato la presidenza del consiglio, con fare deciso e sbrigativo, cos’altro era, se non un leader, spigoloso, divisivo, urticante, ma pur sempre indiscutibile capo?
Come lo ha vissuto la vecchia classe dirigente del partito? Alcuni con fastidio e cupa rassegnazione, altri con l’astio ed il livore che si riservano normalmente ai peggiori nemici. Il fuoco amico ha ingigantito i suoi errori e delegittimato ogni comportamento, incenerendone la credibilità, additandolo come il prevaricatore liberticida da abbattere, disfacendo tele faticosamente tessute, irridendo e demonizzando lo zelo riformatore e l’ambizione di incidere sulla realtà.
Chi dovrebbe piangere sul latte versato non ha l’umanità per farlo ed anche il Renzi defenestrato, battuto, ma pur sempre ruggente, sembra un personaggio pirandelliano, che percorre instancabile la terra di nessuno e non ci dice qual è il suo progetto.
Fare l’opposizione a questo governo per realizzare quale disegno? È possibile rigenerare il PD, ridefinirne l’identità, venire a capo del cupio dissolvi che per un decennio ha divorato i suoi leader?
C’è un Caronte, capace di traghettare le anime morte verso un plausibile approdo?
Dov’è, caro Renzi, il progetto in grado di coinvolgere anche gli uomini di buona volontà, distinti e distanti dalla palude di Lerna, nella quale sibilano i rettili della vecchia sinistra?

Comments are closed.

Powered by WordPress | Designed by Elegant Themes